Uno dei concetti di base dell’analisi tecnica è il trend. Esso si basa sul presupposto che i partecipanti al mercato prendono decisioni in modo raggruppato rendendo i prezzi di un asset relativamente stabili per un determinato periodo di tempo.

Come si forma un trend.

A seconda della direzione prevalente dei prezzi, un’asset può essere in un trend al rialzo, in un trend al ribasso, in un trend neutrale o non mostra un trend evidente.

  • Il trend al rialzo è caratterizzato dall’aumento dei prezzi a nuovi più alti massimi e più alti minimi locali. La linea del trend al rialzo che collega i minimi, ottiene un’inclinazione positiva.
  • Il trend al ribasso è caratterizzato dal calo dei prezzi a nuovi massimi inferiori e minimi inferiori. La linea del trend al ribasso collega i più importanti massimi, ottenendo un’inclinazione negativa.
  • La fase laterale è caratterizzata da due trendline orizzontali che impediscono le eccessive fluttuazioni dei prezzi al ribasso o al rialzo tenendole in un range determinato.

 

 

Come analizzare un trend

  • Un trend al rialzo suggerisce che la domanda superi l’offerta, facendo gli investitori pagare sempre di più per lo stesso asset. Tuttavia, una rottura della linea ascendente del trend (più una deviazione è amipiamente comune) può essere un segno di indebolimento del trend e considerato come un segnale di vendita. ( al contrario nel caso di trend al ribasso )
  • Tuttavia, una rottura della linea discendente del trend (più una deviazione è amipiamente comune) può essere un segno di indebolimento del trend e considerato come un segnale di acquisto.
  • Un trend laterale indica un equilibrio relativo tra le forze della domanda e dell’offerta. Si prevede che il prezzo rimarrà all’interno del range indicato dalle trendline finché una di esse rompe.

 

IL TREND

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *