Il Relative Strength Index è un indicatore ideato da Welles Wilder che valuta la dimensione dei recenti rialzi e ribassi e misura la velocita di movimento dei prezzi.

 

Come si analizza.

Il Relative Strength Index permette di identificare le possibili zone di ipercomprato e ipervenduto, però si raccomanda di utilizzarlo insieme all’analisi del trend:

  • Valori dell’RSI al di sopra di 70 indicano un mercato all’interno di una fase di ipercomprato;
  • Valori dell’RSI al di sotto del 30 indicano un mercato all’interno di una fase di ipervenduto.

L’uscita dalle zone estreme indica eventuali correzioni o inversioni di tendenza:

  • Quando l’indicatore RSI taglia il limite della zona di ipercomprato dall’alto, si ha un segnale di vendita;
  • Quando l’indicatore RSI taglia il limite della zona di ipervenduto dal basso, si ha un segnale di acquisto.

I modelli di convergenza/divergenza possono indicare un possibile indebolimento del trend:

  • Se il prezzo segna un nuovo massimo, mentre l’indicatore non lo fa, si ha un segnale di indebolimento del trend al rialzo;
  • Se il prezzo segna un nuovo minimo, mentre l’indicatore non lo fa, si ha un segnale di indebolimento del trend al ribasso.

 

 

RSI – RELATIVE STRENGHT INDEX

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *